yoga posturale

hatayoga

Lo yoga posturale

La nostra struttura posturale esprime il nostro atteggiamento fisico e psicologico.
La vita è fatta di movimento costante e le catene posturali aiutano ad esprimerlo sia a livello fisico che emotivo. Lo scopo non è quello di stare diritti, impettiti, ma quello di stare meglio.
Ciò che realizzo con il corpo è comandato dalla mente: se non c’è la mente, cioè attenzione, consapevolezza, non c’è yoga. Possiamo dire che c’è Yoga se c’è l’attivazione della mente . Lo yoga posturale  lavora per creare  l’armonia di relazione tra mente e corpo e attraverso il lavoro consapevole delle catene posturali  .

La verticalità .
Noi siamo esseri verticali innanzitutto, sia per stare in piedi che per muoverci; nello yoga cerchiamo continuamente questo senso di elevazione. Le catene posturali devono portarmi a questa verticalità in modo equilibrato ( davanti, dietro, al centro, di fianco) : la catena centrale è quella che corrisponde alla mobilità della respirazione , che ha come caratteristica il pulsare.
Questa catena centrale funziona bene solo se la catena dell’anteriorità e quella della posteriorità sono equilibrate .
Non dimentichiamo una questione di base: lo yoga deve renderci caldi, vitali, non stancarci, altrimenti non è vero hatha yoga.

La comunicazione.
la nostra intelligenza si forma e si sviluppa attraverso la socialità come dimostrano le più recenti scoperte sulla natura del cervello, in particolare la presenza dei neuroni specchio. Quindi la nostra  natura umana ci porta verso gli altri e verso la conoscenza, stimolandoci a costruire relazioni con il mondo circostante: le catene posturali orizzontali ci aiutano a espandere lo spazio di azione o a rinchiuderlo, sono articolate nelle “palline articolari” , che si trovano nelle anche, nelle spalle, nelle mandibole , e ci permettono di muovere gli arti o la bocca in tante direzioni diverse .

Praticare Yoga non significa quindi  isolarsi ma ritrovare relazioni equilibrate tra l’io e il mondo circostante. La mobilità delle braccia in tutte le direzioni è legata alla mobilità del torace e al pulsare del cuore che manda il prana e la vita dappertutto nel corpo: il cuore rappresenta l’io da cui parte l’impulso di vita.
Le braccia sono l’espansione del cuore, portano vita in tutto il corpo; con le braccia ci mettiamo in relazione con il mondo; le mani rappresentano il prolungamento del cuore nello spazio ; è la vita che pulsa nelle nostre estremità;le mani  sono capaci di accogliere, di carezzare.
Le gambe rappresentano il legame con la terra, la sicurezza, e ci permettono di elevarci a partire dai piedi.

Quindi portare presenza nei piedi e nelle mani è uno dei compiti del lavoro posturale.

Set 20, 2016 | Posted by in Appuntamenti e News | Commenti disabilitati su yoga posturale
Underover agenzia di comunicazione a 360°