Gestalt Counseling

L’ispirazione della gestalt nel counseling

La metodologia utilizzata nel Gestalt Counseling è ispirata alla Terapia della Gestalt concepita da Fritz Perls e sviluppata da molti altri studiosi, fra cui in particolare Isha Bloomberg, che fortemente ha influenzato la filosofia e la crescita della scuola FGB in cui si sono formate le socie fondatrici di Orora e Livio Viale, attuale presidente.
Il Gestalt Counseling si basa sul presupposto che l’individuo e il suo ambiente rappresentano un campo indivisibile, in quanto nessun essere umano può vivere al di fuori di un ambiente. Ne deriva che  qualsiasi stato di sofferenza nasce dal cattivo funzionamento al confine di contatto fra individuo ed ambiente. .
Il fuoco dell’intervento di Gestalt  Counseling è dunque l’osservazione di come   l’individuo si rapporta con il proprio ambiente ed in particolare con le altre persone. Imparando a riconoscere le interruzioni difensive del contatto, ovvero i meccanismi che impediscono alla persona di soddisfare i propri bisogni, si può assumere una diretta responsabilità della propria vita,  invece di proiettarla su altri . Questa assunzione di responsabilità permette alla persona di sviluppare  nuove strategie per realizzare un contatto migliore e di conseguenza vivere una vita più appagante.
La comunicazione interpersonale è un flusso continuo e inarrestabile di informazioni che influenzano e sono influenzate da qualsiasi stato di sofferenza/stallo o di eccitazione/cambiamento tra gli individui in relazione.
La struttura sistemica e la dinamica del processo di contatto sono peraltro molto più importanti dei contenuti della comunicazione, ossia il “come” è prioritario rispetto al “cosa” e perfino rispetto al “perché”.
L’intervento è sul qui e ora della persona piuttosto che nel racconto della sua storia; è vero che la storia ci dà informazioni su tutti quegli eventi che continuano ad essere importanti e non conclusi per la persona, ma è in ciò che succede nella relazione attuale tra l’individuo e il suo ambiente che abbiamo gli elementi vivi che possono sostenere la trasformazione e la crescita. La relazione counselor-cliente diventa dunque il campo di osservazione privilegiato per sperimentare nel qui e ora queste modalità.
Poiché inoltre qualsiasi vissuto psicologico è in relazione con i processi corporei (la respirazione, le tensioni croniche, il modo di muoversi, la relazione col cibo..) il Gestalt Counseling  vi dedica la massima attenzione, intendendoli sia come elementi di comunicazione non verbale che come strumenti di consapevolezza.
Quindi  nell’interazione  tra counselor e cliente si utilizzano non solo le parole ma anche il linguaggio non verbale in modo che la persona accresca la consapevolezza delle sue modalità relazionali. Gli incontri con il counselor divengono così una palestra ove la persona si eserciti nel qui ed ora a trovare creativamente soluzioni più efficaci nella comunicazione  ed impari ad evitare i trabocchetti che abitualmente si provoca da sola. In questo modo sarà poi in grado di sperimentarsi in modo meno meccanico anche  nel proprio ambiente di vita.

Irene Ciravegna

Apr 13, 2015 | Posted by | Commenti disabilitati su Gestalt Counseling
Underover agenzia di comunicazione a 360°