Memory Access

1. L’ombelico, il primo cervello
La gravidanza nel grembo della propria madre e poi la nascita hanno costituito il primo rapporto con la vita di ciascuno e rimangono profondamente impresse nelle cellule delle persone. A volte in questa fase così delicata possono accadere eventi che segnano le persone e che le condizionano senza che possano esserne consapevoli.
La tecnica sull’ombelico messa a punto dal medico inglese Matthew Appleton, nell’ambito del Craniosacrale Biodinamico permette di rivivere quelle memorie incarnate attraverso un lavoro semplice ma profondo. La prima parte di questo lavoro è centrata sull’ombelico che rappresenta il centro di connessione fisica con il mondo, in quanto dall’ombelico si viene nutriti dalla madre.

Accedere alle memorie dell’ombelico vuol dire portare una profonda pulizia e guarigione alle tematiche di relazione, anzitutto la relazione di ciascuno con l’intimità, con il nutrimento, con l’abbondanza, e con certe idee che si hanno su se stessi.

Generalmente questo lavoro si svolge in tre sedute di un’ora ciascuna.

2. Il cuore, il secondo cervello
Il cuore è il centro da cui il neonato riceve il nutrimento attraverso il seno materno, è sul cuore della madre e del  padre che il bambino viene portato in braccio. Attraverso il cuore il bambino si nutre di quell’amore che poi nella vita in una forma o nell’altra continua a cercare, e che spesso è il motore che lo spinge ad agire da adulto.

Accedere alle  memorie del cuore apre una porta verso un bilanciamento delle energie maschili e femminili insite in ciascuno.

Attraverso il contatto con la sorgente dell’amore è possibile lasciar andare le tensioni e curare le ferite che si sono accumulate attorno all’amare.

Può portare ad aprire sempre di più alla gioia dell’amore come dimensione e all’espansione rilassata della propria energia.

Il lavoro sul cuore richiede da tre a cinque sedute.
Accedere a queste memorie può portare a un rilassamento profondo delle dinamiche di giudizio, a una comprensione del loro funzionamento ed a un successivo distacco da esse.

Mag 15, 2015 | Posted by | Commenti disabilitati su Memory Access
Underover agenzia di comunicazione a 360°